STORIA

La storia di Challenger

Challenger nasce dalla leggendaria tecnologia dei trattori cingolati Caterpillar, e da allora si è sviluppata fino a comprendere trattori gommati, mietitrebbia, presse e macchinari per applicazioni che vantano tutti la stessa antica origine.
Nel corso degli anni il marchio Challenger è cresciuto diventando sempre più forte.


Nascita dei trattori cingolati Challenger

Un passaparola per i macchinari per applicazioni

Insieme verso i nuovi traguardi del futuro dell'agricoltura

 


Nascita dei trattori cingolati Challenger

Nel 1890, Benjamin Holt e Daniel Best, di nazionalità statunitense, iniziarono a condurre esperimenti su vari tipi di trattori a vapore da utilizzare nel settore agricolo. Lavorando indipendentemente dalle rispettive aziende, i due assunsero un ruolo da pionieri nello sviluppo di trattori cingolati e di motori per trattori alimentati a benzina.

A quei tempi, i motori a trazione a vapore erano di dimensioni enormi e spesso affondavano nel terreno soffice. Liberare la macchina poteva essere un'operazione che richiedeva giorni!
Per aumentare l'area di contatto con il suolo del motore a trazione, a Benjamin Holt venne in mente l'idea di sostituire le ruote con i cingoli. Fu così che, nel 1904, venne testato il primo trattore cingolato Holt. Il trattore venne ben presto impiegato per arare i terreni più morbidi che circondavano la fabbrica di Holt a Stockton, in California, ottenendo un successo indiscusso.
Dopo ulteriori prove, il primo cingolato, con una nuova serie di cingoli migliorati, venne trasportato nel ranch della famiglia Holt al fine di essere utilizzato per l'aratura invernale. Dopo non molto tempo, Holt creò il marchio "Caterpillar".

Holt decise in seguito di passare dall'alimentazione a vapore a quella a benzina e, già 1909, i suoi trattori cingolati andavano a ruba.

Nel frattempo il figlio di Daniel Best, C. L. Best, fondò la sua azienda nel 1910 e iniziò a costruire trattori gommati a benzina. Quasi subito iniziò a lavorare su un tipo di trattore cingolato sperimentale. Il cingolato "CLB" da 75 CV vide la luce all'inizio del 1913 e fu la prima macchina a portare il marchio "Tracklayer" creato da Best.
Il design del Tracklayer 75 presentava una serie di vantaggi significativi, tra cui il miglioramento dell'oscillazione dei cingoli, con una conseguente riduzione degli impatti sul telaio e sul motore, e materiali metallici di migliore qualità in tutti i componenti del trattore.
Nel 1925, la Holt Manufacturing Company e la C L Best Tractor Company furono oggetto di una fusione che portò alla nascita della Caterpillar Tractor Co.

Gli anni che vanno dal 1925 ad oggi sono stati caratterizzati da un continuo sviluppo di nuovi prodotti. Le innovazioni più importanti di questo periodo sono state due: l'introduzione del motore diesel, nel 1931, e l'invenzione del cingolo lubrificato a tenuta.
Grazie al motore diesel, la potenza dei trattori ha raggiunto livelli senza precedenti, con un abbassamento dei costi di acquisto e di gestione.
Il cingolato lubrificato a tenuta ha permesso di ridurre i costi di manutenzione del sottocarro. L'isolamento costante del perno del cingolo viene assicurato grazie ad un lubrificante di rivestimento, il quale riduce al minimo il contatto diretto tra metalli e rallenta il processo di usura del perno e della boccola.

Il trattore Challenger, dotato del sistema brevettato Mobil-tracTM, venne introdotto nel 1987. Il sistema Mobil-trac ha rappresentato un notevole passo avanti grazie ai numerosi vantaggi apportati, tra cui l'aumento di trazione, stabilità e versatilità e la riduzione di compattazione del suolo, con un conseguente abbassamento dei costi e un incremento della produttività nelle aziende agricole.
Tra i miglioramenti apportati negli anni vanno menzionati il passaggio dai comandi via cavo a quelli idraulici, i sistemi di monitoraggio computerizzati, i ripartitori di coppia, le trasmissioni del cambio epicicloidali, lo sterzo differenziale e molte altre innovazioni.


 

 

Un passaparola per i macchinari per applicazioni

È dal 1963 che Ag-Chem, con il nome ufficiale di Ag-Chem Equipment Company Inc., costruisce con successo attrezzature per applicazioni, vendendo dispositivi per l'irrorazione specifici per il settore agricolo.

A dieci anni dalla fondazione, venne lanciato il semovente Terra-Gator 1253, il primo applicatore a 3 ruote di Ag-Chem con pneumatici a flottazione alta. A questo seguì, nel 1979, il modello 1603, ben presto identificato come l'applicatore a flottazione alta leader del settore.
Il 1984 vide il lancio del primo Tri-Axer trainato, prodotto dall'azienda Kurstjens. Il primo telaio Terra-Gator con sistema di concime liquido fu venduto in Olanda tre anni più tardi. Ben presto Kurstjens si affermò come fornitore ufficiale di Terra-Gator in Olanda, Germania e Belgio, vendendo il primo Terra-Gator nella Germania orientale nel 1991 ed inaugurando il mercato degli erogatori di fertilizzante in Europa.

Dopo soli due anni, in Germania venne venduto il primo multi-contenitore semovente, il quale aprì la strada che avrebbe portato all'agricoltura di precisione. Ag-Chem fece il suo debutto anche nel mercato delle colture interfilari, con il lancio della prima irroratrice RoGator semovente con corridoi.
Nel 1994, Kurstjens venne rilevata da Ag-Chem, diventando a tutti gli effetti una filiale di quest'ultima, con il nome di Kurstjens Terra-Gator BV. Due anni dopo, il nome dell'azienda venne modificato in Ag-Chem Europe, la società importatrice ufficiale dei prodotti della Ag-Chem Equipment Company Inc. nel Regno Unito, in Francia e nell'Europa centrale.

Il 1997 è stato testimone del lancio della nuova serie Terra-Gator 8103, che comprendeva Terra-Gator a tre ruote dotati di cabine e trasmissioni completamente innovative, i quali avrebbero rivoluzionato il design di tutti i macchinari Terra-Gator di nuova generazione. Bisognerà attendere un solo anno per raggiungere la vendita del 10.000esimo Terra-Gator.
Il primo Terra-Gator interamente prodotto da Ag-Chem Europe a Grubbenvorst è stato il 2104.
Nel 2000, Ag-Chem ha avviato la produzione dell'irroratrice semovente RoGator 618, progettata per i corridoi europei standard da 1,8 m.

 

 

Insieme verso i nuovi traguardi del futuro dell'agricoltura

Con l'acquisizione di Ag-Chem Equipment Company Inc. da parte di AGCO Corporation, nel 2001, ha avuto inizio la cooperazione tra Ag-Chem Europe e le altre divisioni della grande famiglia AGCO. 

Le irroratrici semoventi Spra-Coupe sono state aggiunte alla linea di produzione di Ag-Chem Europe nel 2002, assieme al Terra-Gator 8133 e al RoGator 418. In questa stessa occasione l'area di vendita di questi macchinari si è allargata fino a comprendere anche l'Africa ed il Medio Oriente.
Sempre nel 2002 ha avuto inizio la produzione dei cingolati Challenger su licenza di Caterpillar da parte di AGCO. Il continuo sviluppo dei prodotti ha portato prima alla serie MT "B", quindi alla "C" come la conosciamo oggi, uno dei trattori agricoli più potenti ed economici del mercato.
Nel 2004 ha avuto inizio l'integrazione di Ag-Chem Europe con il marchio Challenger, con l'introduzione della nuova serie Spra-Coupe 7000 e la vendita delle prime macchine RoGator 1264C, Terra-Gator 8103 Airmax e Spra-Coupe 4650 in Russia.

A partire dal 2004, sotto AGCO, la linea Challenger ha continuato a crescere fino a comprendere i trattori gommati serie MT600B, MT500B e MT400B, prodotti nello stabilimento più noto dell'azienda, quello di Beauvais, in Francia, nonché le attrezzature per il raccolto prodotte sia negli stabilimenti europei che in quelli americani. Tali macchinari sono disponibili solo in alcune aree della zona EAME.

Negli anni 2005-2006 si è proceduto all'allargamento e alla modernizzazione degli uffici e delle officine di produzione di Ag-Chem siti a Grubbenvorst. Grazie alla loro posizione centrale, questi moderni stabilimenti sono stati scelti come centro di distribuzione della zona EAME dei trattori cingolati Challenger, portando avanti l'integrazione all'interno dell'intera organizzazione Challenger per il mercato EAME.

Tra i nuovi prodotti Challenger sviluppati a partire da questo momento ricordiamo la serie Spra-Coupe 4000 aggiornata e i nuovi modelli Terra-Gator 2244 e 3244, o ancora i trattori gommati migliorati MT600B e MT500B ed il fantastico trattore articolato MT900B. Tutto ciò ha portato al consolidamento dell'integrazione di diversi macchinari all'interno della grande famiglia Challenger, dando inizio alla condivisione di elementi tecnologici e di stile.
La gamma di prodotti Challenger è ora integrata con i sistemi di gestione Autoguide™, Telemetry e GTA che consentono una gestione ancora più dettagliata delle attività agricole.

Challenger attinge in continuazione dalla ricca tradizione e dall'esperienza che caratterizzano il passato di questa famiglia in costante crescita, che continua a sviluppare una gamma completa di macchine agricole che si distinguono per la qualità e la produttività elevate. Il fine ultimo è quello di collaborare con le aziende agricole di tutto il mondo, perché possano migliorare l'efficienza, la produttività e quindi la redditività.